lunedì 10 maggio 2010

IMAGINE

.

Immagina una finale di Coppa Italia Roma-Inter. Vince l'Inter, dopo una partita tirata. Vengono prima premiati gli sconfitti e al capitanoTotti viene dato il microfono per un breve saluto di fronte agli 80.000 dello stadio Olimpico: "Ringrazio tutti gli spettatori, siete stati un pubblico fantastico. Ringrazio i compagni di suqadra, l'allenatore, la società, le notre famiglie. Oggi è andata male, ma avevamo di fronte un avversario in forma, che ha giocato meglio e ci ha messo in seria difficoltà. Sarà per la prossima". Poi viene premiata l'Inter, Capitan Zanetti alza la Coppa e il microfono viene dato al vero leader, Mourinho. "Grazie a tutti, ai tifosi, a questo pubblico, ai giocatori, al presidente, allo staff. Ma soprattutto grazie alla Roma, che con la sua magnifica prestazione ha reso bella questa finale e ancora più bello vincere questa Coppa". Strette di mano e abbracci finali.
Nel tennis questo succede. L'ho visto sabato, alla finale degli Internazionali di tennis a Roma, dove la N.7 Jankovic ha perso contro la N.27 Martinez Sanchez ma non si è sottratta al rito della premiazione. Immagina se succedesse sempre nello sport (calcio compreso).
.

1 commento:

Daniele ha detto...

insomma tu fai una brutta vita...............!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!